testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: L'iscrizione al nostro Forum è gratuita e permette di accedere a tutte le discussioni.
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Biologia Marina - Mare Mediterraneo
 MOLLUSCHI
 Glossarietto malacologico... Chi vuole rispondere?
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
<< Pagina Precedente | Pagina Successiva >>
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pag.di 8

spanter
Utente Senior


Città: Alghero
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


3358 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 01 marzo 2006 : 07:46:58 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Bene , per fortuna la si è accesa, spero che la luce sia buona.
Spiego :Verduin studiando Rissoa( guerini e lia) ha misurato il diametro del nucleo della protoconca e del primo giro di ogni esemplare rappresentando e posizionando gli esemplari sul piano con un puntino o un cerchietto, in modo tale da poter riportare sui due assi cartesiani i valori di queste misure. Ne è risultata una rappresentazione grafica dove si vede chiaramente che le due popolazioni sono quasi completamente separate,cioè gli individui intermedi sono pressochè assenti.
Da tutto ciò desumo che la frase di Italo su Nassarius corniculus"con minima o nulla sovrapposizione del diagramma di dispersione delle variabili morfometriche".significa, per dirla semplicemente, che fra i corniculus ci sono popolazioni distinte che vengono confermate con le misurazioni della forma della conchiglia.
Spero di aver capito bene.
Spanter
Torna all'inizio della Pagina

myzar
Utente Senior


Città: Livorno
Prov.: Livorno

Regione: Toscana


3886 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 01 marzo 2006 : 08:34:50 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Non bene, ma benissimo, Spanter. Vedi che si pensa sempre al peggio?
myzar
Torna all'inizio della Pagina

Italo
Utente Senior


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


3802 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 01 marzo 2006 : 09:17:26 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Vedi Spanter, se uno dicesse le cose utilizzando sempre le parole più semplici, capirebbero tutti e finirebbe quel sacro rispetto per il "difficile" e il "misterioso" che è alla base del potere sotto qualsiasi forma. E' in pratica la strategia comunemente adottata da medici, avvocati, commercialisti e, soprattutto, politici.
Applicati Spanter, applicati, e forse un giorno ci riuscirai anche te...
Ciao

Non limitare i tuoi sogni, ma non limitarti a sognare
Torna all'inizio della Pagina

spanter
Utente Senior


Città: Alghero
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


3358 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 01 marzo 2006 : 09:38:31 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Caro Italo, grazie per il consiglio e scusami se adesso faccio un discorso un po' serio.
Avevo già capito che l'uso della terminologia "difficile" è una forma di potere, per intimidire i semplici e nascondere talvolta anche errori. Poichè però non mi piace ne esercitare ne subire alcun potere, credo purtroppo che non imparerò mai la terminologia difficile. Mi accontento invece di capirla proprio per evitare che gli altri possano usare questo potere su di me.
Spanter
Torna all'inizio della Pagina

PS
Utente Senior



Regione: Friuli-Venezia Giulia


4462 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 01 marzo 2006 : 09:57:23 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia



spanter1 - Italo 0
Torna all'inizio della Pagina

spanter
Utente Senior


Città: Alghero
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


3358 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 01 marzo 2006 : 11:28:26 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Peter, ti piace scherzare ,vero?
Anche Italo so che scherzava quando mi ha dato quel consiglio. Ho utilizzato la sua frase scherzosa per far passare un messaggio personale senza alcun riferimento e che può anche non essere condiviso. Se c'è una cosa che apprezzo in Italo è la sua semplicità ed il fatto che non ama esercitare nessun potere. Dovevo dirlo proprio perchè conosco Italo
Spanter
Torna all'inizio della Pagina

PS
Utente Senior



Regione: Friuli-Venezia Giulia


4462 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 01 marzo 2006 : 11:45:56 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di spanter:


Peter, ti piace scherzare ,vero?
Anche Italo so che scherzava quando mi ha dato quel consiglio. Ho utilizzato la sua frase scherzosa per far passare un messaggio personale senza alcun riferimento e che può anche non essere condiviso. Se c'è una cosa che apprezzo in Italo è la sua semplicità ed il fatto che non ama esercitare nessun potere. Dovevo dirlo proprio perchè conosco Italo
Spanter



Ho messo ben 17 faccine con il sorriso, per far capire che scherzavo, mi sa che non sono bastate.
Io purtroppo non conosco Italo bene come lo conosci tu, ma nonostante ciò ho capito perfettamente il suo tono ironico e quindi che non ama esercitare alcun potere ed è appunto per questo che mi sono permesso di scherzare, tutto qua.

Se ho involontariamente offeso qualcuno, chiedo umilmente scusa.
Torna all'inizio della Pagina

Italo
Utente Senior


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


3802 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 01 marzo 2006 : 13:40:59 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Se ero io che mi sarei dovuto effendere, non so perché, garantisco che non è successo. Capisco comunque chi ha inventato le "faccine", anche se io non le uso mai: danno quell'espressività che il testo scritto, senza espressione, non riesce a trasmettere e che può portare a fraintendimenti; non in questo caso, comunque.
Ciao, Italo

Non limitare i tuoi sogni, ma non limitarti a sognare
Torna all'inizio della Pagina

PS
Utente Senior



Regione: Friuli-Venezia Giulia


4462 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 01 marzo 2006 : 13:42:14 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie Italo.
Torna all'inizio della Pagina

spanter
Utente Senior


Città: Alghero
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


3358 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 03 marzo 2006 : 14:41:16 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Caro Myzar ,hai usato un termine difficile ed ora devi pagare il pegno spiegandolo

condroforo

Grazie Spanter
Torna all'inizio della Pagina

myzar
Utente Senior


Città: Livorno
Prov.: Livorno

Regione: Toscana


3886 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 03 marzo 2006 : 14:54:35 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Eh già, lo immaginavo proprio mentre premevo il pulsante inserisci risposta.
Il condroforo è una sorta di fossetta presente nell'area della cerniera, all'interno della quale è innestato il legamento quando è interno (a questo proposito esso è ben visibile nell'immagine che tempo fa postai della valva destra di una Abra non mi ricordo quale). Si chiama anche "resilifer" o resilfero perchè il legamenro interno è detto anche "resilium", in opposizione a quello esterno, chiamato "tensilium". Il legamento serve a tenere le valve aperte quando il mollusco rilassa i muscoli, a riposo; allora se ci pensi bene i due tipi di legamento agiscono in modo opposto: il legamento esterno si allunga, si "tende" come un elastico quando la conchiglia si chiude (tensilium), quello interno si comprime (resilium( quando si ha la chiusura. Ok?
myzar
Torna all'inizio della Pagina

spanter
Utente Senior


Città: Alghero
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


3358 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 03 marzo 2006 : 15:49:58 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Ok, Ok , Ok . Sei stato bravissimo. Spiegazione chiarissima e hai spiegato anche cose che non ti avevo chiesto.Graaazieee

Spanter
Torna all'inizio della Pagina

spanter
Utente Senior


Città: Alghero
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


3358 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 20 marzo 2006 : 21:15:20 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Nell'approfondire la conoscenza del genere Jujubinus, ho scoperto che questi Trochidae hanno uno
sviluppo diretto
Personalmente per sviluppo diretto ho capito che, alla schiusa dell'uovo non viene fuori una larva, come generalmente accade, ma un giovane Jujubinus con la sua conchiglietta, capace già di avere una vita autonoma insieme agli altri Jujubinus della stessa specie.
A questo punto vi chiedo :-Ho inteso bene oppure no?

Grazie Spanter

Torna all'inizio della Pagina

myzar
Utente Senior


Città: Livorno
Prov.: Livorno

Regione: Toscana


3886 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 20 marzo 2006 : 21:36:30 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Cara Spanter, mi diventi sempre piu arguta. Hai capito benissimo: lo svilupo diretto si ha quando nella capsula ovigera è contenuto uno solo o pochissime uova (2-3), ciascuna delle quali alla schiusa dà origine ad un individuo adulto in miniatura.
Bene
Ciao
myzar
Torna all'inizio della Pagina

spanter
Utente Senior


Città: Alghero
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


3358 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 20 marzo 2006 : 21:55:14 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Grazie Myzar, questa volta mi è andata bene.
Senti , non è certo l'ora adatta, però pensando alle larve dei molluschi mi sono chiesta se mai qualcuno ha seguito tutto lo sviluppo di una larva sino al punto in cui diventa piccolo mollusco.Lo chiedo perchè mi piacerebbe conoscere tutte le diverse fasi
Grazie Spanter
Torna all'inizio della Pagina

myzar
Utente Senior


Città: Livorno
Prov.: Livorno

Regione: Toscana


3886 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 20 marzo 2006 : 22:09:06 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ora Spanter, non credo che qualcuno abbia seguito giorno per giorno un singolo individuo dalla schiusa dell'uovo sino all'individuo adulto, anche perchè non credo sia materialmente possibile segure una soingola larva senza perderla mai di vista. Piuttosto viene seguita la schiusa di molte uova e, ad intervalli regolari, viene esaminato lo stato di sviluppo campionando alcuni individui. In quasto modo è stato studiato lo sciluppo di parecchi molluschi, ovviamente tra quelli piu facilmente disponibili. Ad esempio si sa molto sullo sviluppo delle Littorina perchè gli autori inglesi, maestri in questo settore, hanno a disposizione colonie sterminate di questi animali..
myzar
Torna all'inizio della Pagina

spanter
Utente Senior


Città: Alghero
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


3358 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 21 marzo 2006 : 06:18:57 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Gli inglesi che, come tu scrivi, sono maestri nello studio delle larve, hanno dato descrizioni, illustrazioni o quant'altro, in modo tale che possiamo avere una idea ben precisa di tutte le più importanti fasi della metamorfosi, da larva a mollusco? Se tutto ciò è documentato, dove posso andarlo a vedere?
Grazie Spanter
Torna all'inizio della Pagina

Ermanno
Moderatore


Città: Longare
Prov.: Vicenza

Regione: Veneto


6436 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 21 marzo 2006 : 07:13:57 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Spanter, avevo trovato dei lavori sull'argomento, in rete ... devo controllare se me li sono scaricati.
Ciao
Torna all'inizio della Pagina

spanter
Utente Senior


Città: Alghero
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


3358 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 22 marzo 2006 : 08:31:43 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Caro Ermanno, ancora niente sulla metamorfosi da larva a mollusco?
Ciao Spanter
Torna all'inizio della Pagina

myzar
Utente Senior


Città: Livorno
Prov.: Livorno

Regione: Toscana


3886 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 22 marzo 2006 : 08:50:11 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di spanter:


Caro Ermanno, ancora niente sulla metamorfosi da larva a mollusco?
Ciao Spanter

Cara Spanter, buongiorno. Le notizie delle quali dispongo provengono per la maggior parte da un testo famoso di Vera Fretter ed Alistair Graham, che purtroppo è in inglese e costa caro asstanato. Tio cercherò qualcosa in italiano in rete, ma intanto puoi andare sul sito GML e scaricare da Lavori GML il file pdf dal titolo "Sviluppo del genere Alvania", che già contiene alcune notizie tra quelle che cerchi.
Ciao
myzar
Torna all'inizio della Pagina
Pag.di 8 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

<< Pagina Precedente

|
Pagina Successiva >>

 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,34 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net