testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Leggi il nostro regolamento!! Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
   MAMMIFERI
 Micromammiferi
 Scoiattolo grigio, Sciurus carolinensis. Umbria  Specie aliena Specie aliena
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva >>
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pag.di 4

stefanovet1958
Utente Super


Città: Capocavallo di Corciano
Prov.: Perugia

Regione: Umbria


7366 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 22 gennaio 2009 : 15:27:40 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Un saluto a tutti, è la prima volta che partecipo ad un Forum sul web, quindi perdonate le mie difficoltà di inserimento.Faccio i complimenti a tutti e vi espongo il mio quesito: Scoiattolo grigio(Sciurus carolinensis) non menzionato come presente in Umbria( è assente dalla check list dei mammiferi della regione) appare invece(purtroppo!) abbondante, anche se in un area per ora circoscritta del perugino. Da almeno quattro anni la loro è una presenza costante, mentre è sempre più difficile incontrare i"rossi" nostrani.qui uno dei tanti investiti sulla strada che costeggia la zona dove è più facile vederli
Immagine:
Scoiattolo grigio, Sciurus carolinensis. Umbria
19,51 KB

Modificato da - Flavior in Data 05 ottobre 2012 17:12:01

zico
Utente Senior


Città: Perugia
Prov.: Perugia

Regione: Umbria


573 Messaggi
Micologia

Inserito il - 22 gennaio 2009 : 15:39:08 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
purtroppo ogni tanto ne vedo in strada (anche quelli rossi, ma in misura minore)
Zico
Torna all'inizio della Pagina

stefanovet1958
Utente Super


Città: Capocavallo di Corciano
Prov.: Perugia

Regione: Umbria


7366 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 22 gennaio 2009 : 15:54:04 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Lo stesso soggetto. Negli ultimi 3 anni ho contato almeno sei individui, di tutte le età, investiti più o meno nello stesso punto, ed è facile incontrarli anche a coppie. Scusate per la qualità delle foto ma non riesco a comprimerle adeguatamente!
Immagine:
Scoiattolo grigio, Sciurus carolinensis. Umbria
42,75 KB
Torna all'inizio della Pagina

albill
Utente Senior

Città: Poncarale
Prov.: Brescia

Regione: Lombardia


640 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 22 gennaio 2009 : 19:40:28 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Non immaginavo che fosse arrivato fin li, sicuramente rilasciato da qualche sconsiderato.
In prospettiva i rossi hanno la sorte segnata.

Alberto
Torna all'inizio della Pagina

Carlmor
Moderatore Trasversale


Città: Varese
Prov.: Varese

Regione: Lombardia


8939 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 22 gennaio 2009 : 19:49:48 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
penso anch'io si tratti di un rilascio effettuato da qualche sconsiderato, se sono già tanti come dici la situazione è preoccupante

Carlo
Torna all'inizio della Pagina

stefanovet1958
Utente Super


Città: Capocavallo di Corciano
Prov.: Perugia

Regione: Umbria


7366 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 22 gennaio 2009 : 19:52:50 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Certo non sono arrivati nè dalla Liguria nè dal Piemonte, ma probabilmente (penso)sono stati liberati all'interno della pineta della Città della Domenica(uno pseudo-parco divertimenti) visto che gli avvistamenti sono concentrati tutti intorno a quell'area. Di sicuro comunque la specie si riproduce!
Torna all'inizio della Pagina

Asbrauss
Utente nuovo

Città: Varese


1 Messaggi
Fotografia Naturalistica

Inserito il - 25 gennaio 2009 : 13:45:45 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao a tutti Mi chiamo Ambrogio Molinari e mi occupo della salvaguardia dello scoiattolo rosso in Italia (progetto portato avanti dalle università di Varese e Torino). Non sapevo di rilasci di scoiattoli grigi in Umbria e sarei molto interessato ad avere maggiori informazioni sul luogo in cui si trovano. Potrebbe essere interessante nell'ottica di far partire progetti pilota per il contenimento delle popolazioni di grigio.
Grazie in anticipo, ciao a tutti!
Torna all'inizio della Pagina

stefanovet1958
Utente Super


Città: Capocavallo di Corciano
Prov.: Perugia

Regione: Umbria


7366 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 26 gennaio 2009 : 12:41:47 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Ambrogio
ti ho scritto privatamente, se ti occorrono altre informazioni felice di dartele, anche sul forum.
P.S. anche stamattina ne ho incontrato uno!
Stefano
Torna all'inizio della Pagina

arrampicatoreasociale
Utente V.I.P.


Città: anagni
Prov.: Frosinone

Regione: Lazio


338 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 19 settembre 2009 : 12:13:24 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
non sapevo fosse arrivato anche in umbria...come si evoluta poi questa storia?

"Occorre essere attenti per essere padroni di se stessi"

Modificato da - arrampicatoreasociale in data 19 settembre 2009 12:13:47
Torna all'inizio della Pagina

stefanovet1958
Utente Super


Città: Capocavallo di Corciano
Prov.: Perugia

Regione: Umbria


7366 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 19 settembre 2009 : 13:45:17 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
L'evoluzione avviene nel senso che (per le mie osservazioni) nella zona dove c'è il grigio, di rossi non ne vedo più. Questo significa poco, perchè può essere solo casuale,in compenso il problema "grigio" qui pare non esserci, perchè per la scienza ufficiale non esistono "grigi" in Umbria( nessuna citazione su Fauna d'Italia - Calderini Mammalia 2 - nè sull'atlante dei mammiferi dell'Umbria)

Immagine:
Scoiattolo grigio, Sciurus carolinensis. Umbria
194,76 KB

questa è la zona dove li vedo ma vista la continuità delle zone alberate adesso può avere occupato altre aree più o meno contigue
ciao
Stefano
Torna all'inizio della Pagina

Fedeco
Utente V.I.P.

Città: Vicenza
Prov.: Vicenza

Regione: Veneto


182 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 19 settembre 2009 : 14:50:19 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
anche io sono preoccupato per i nostri scoiattoli rossi
perchè nei boschi non è che si vedono tantissimi rossi anzi
mi potreste spiegare quali sono le specie autoctone e non?
perchè pensavo che ci fossero di autoctone solo i rossi, ma ho vista tanti bi colore metà rossi metà mi sembra sul grigio
poi quest'estate ho visto e filmato(che vi posterò quando avrò più tempo) uno scoiattolino nero in alto adige
come mai?
grazie
Torna all'inizio della Pagina

albill
Utente Senior

Città: Poncarale
Prov.: Brescia

Regione: Lombardia


640 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 19 settembre 2009 : 18:15:56 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
In realtà gli scoiattoli che hai visto erano con tutta probabilità scoiattoli rossi (Sciurus vulgaris) che nelle varie sottospecie e nelle varie stagioni, hanno colori diversi per es si va dall' arancione chiarissimo quasi bianco, al nero nelle forme meridionali o al marrone molto scuro come in alto adige (che sembra quasi nero), quando diciamo rosso in realta quasi mai è rosso (almeno dalle mie parti).

C'è da dire che anche nei grigi ci sono forme albine o tutte nere.
Una buon metodo per riconoscerli sono la presenza dei ciuffi auricolari nella specie vulgaris e l'assenza di questi nell'alloctono carolinensis.


Alberto
Torna all'inizio della Pagina

Fedeco
Utente V.I.P.

Città: Vicenza
Prov.: Vicenza

Regione: Veneto


182 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 19 settembre 2009 : 19:01:30 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
an ok grazie mille pensavo fossero incroci
quindi per vedere se sono autoctoni bisogna guardare se hanno in ciuffo a mo di lince e folletto sulle orecchie?
Torna all'inizio della Pagina

stefanovet1958
Utente Super


Città: Capocavallo di Corciano
Prov.: Perugia

Regione: Umbria


7366 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 19 settembre 2009 : 22:31:30 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Lo scoiattolo “rosso” ( Sciurus vulgaris) è presente in Italia (esclusa Sardegna Sicilia e isole) con le sottospecie:
S.v.fuscoater delle Alpi (anche oltre confine) e Appennino settentrionale. Lunghezza testa – corpo 213-236 mm; presenta tre fasi cromatiche
1forma rossa. Il mantello estivo è bruno rossastro uniforme, in inverno presenta aree grigiastre sui fianchi
2 forma bruna. Dorso e coda color marrone scuro con zampe rossastre
3 forma nera. Dorso coda e zampe sono uniformemente grigio-marrone molto scure tendenti al nero. In tutte le forme le parti inferiori sono sempre biancastre

S.v. italicus endemica dell'Italia centrale(Lazio-Abruzzo-Campania e forse anche più a sud) più piccolo del precedente, Lunghezza testa- corpo218-250 mm. con forma chiara e forma scura meno intensamente colorate che nel fuscoater . La 1° forma più ocra , la 2° una fascia mediana brizzolata sulla coda. La terza ssp. è la più interessante e peculiare:
S.v. meridionalis endemica di Calabria e Basilicata il più grande, Lunghezza testa-corpo 240-290 mm forma monomorfica di colore nero intenso con qualche sfumatura grigia ai lati, coda nera

Lo scoiattolo grigio (Sciurus carolinensis) originario del“Nuovo mondo” dal Golfo del Messico al Quebec è l’altro Sciurus presente in Italia ( a questo punto non solo in Piemonte Liguria Lombardia, ma anche in Umbria e probabilmente Toscana) è più grande ( lunghezza testa-corpo 380-520 mm) la coda è folta con parte centrale grigio chiara- rossiccia ed alone argenteo all’esterno e ciuffi auricolari assenti.

Immagine:
Scoiattolo grigio, Sciurus carolinensis. Umbria
298,78 KB

La differenza sul campo che permette di distinguerlo dal “ nostrano” secondo me è proprio la coda, che anche con un osservazione superficiale appare come allargata ai lati, sfumata di chiaro e più folta di quella del nostro che ha un aspetto più cilindrico
ciuffi auricolari nel grigio non sono presenti, ma anche il rosso non li ha evidenti in estate.
Altri “scoiattoli” alloctoni presenti in Italia sono
Callosciurus finlaysonii, (del sud est asiatico) molto simile al nostro, che si trova in due aree molto distanti: in Piemonte ( Acqui Terme) e a Maratea (Pz) da qui si è diffuso sulla costa campana e calabrese
Tamia sibiricus forse la specie commercializzata più diffusa in cattività, con popolazioni ormai più o meno stabili nel Lazio, Liguria, Piemonte Veneto, Friuli Trentino e forse anche altre
ciao
Stefano
Torna all'inizio della Pagina

Fedeco
Utente V.I.P.

Città: Vicenza
Prov.: Vicenza

Regione: Veneto


182 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 19 settembre 2009 : 22:34:30 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
grazie mille
Torna all'inizio della Pagina

arrampicatoreasociale
Utente V.I.P.


Città: anagni
Prov.: Frosinone

Regione: Lazio


338 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 20 settembre 2009 : 00:25:15 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
quindi uno scoiattolo nero osservato pochi giorni fà nel lazio e è un "italicus"?
non può essere un meridionalis?

non sapevo delle altre due specie alloctone, sono pericolose per "i nostri" come il carolinensis? una delle due sarebbe lo scoiattolo con le striscie sopra?

"Occorre essere attenti per essere padroni di se stessi"
Torna all'inizio della Pagina

stefanovet1958
Utente Super


Città: Capocavallo di Corciano
Prov.: Perugia

Regione: Umbria


7366 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 22 settembre 2009 : 17:24:13 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Visto che questa discussione è riuscita fuori......
( tra l'altro era il primo messaggio in assoluto che postavo!)

Immagine:
Scoiattolo grigio, Sciurus carolinensis. Umbria
178,11 KB

la foto è orribile ma ha solo lo scopo di documentare...
Questa mattina, dopo avermi attraversato la strada, direttamente dalla macchina. Tra l'altro si intravedono le mammelle, quindi dovrebbe essere una femmina che allatta, o che ha finito di farlo da poco. E' anche un animale "simpatico" ma da qui a diffondersi in tutto l'Appennino centrale, vista la continuità di boschi e montagne , senza grossi ostacoli fisici( fiumi, autostrade) per uno scoiattolo non dovrebbe essere difficile! vorrà dire che se questo accadrà, almeno sapremo da dove erano partiti
ciao
Stefano

Modificato da - stefanovet1958 in data 22 settembre 2009 17:26:26
Torna all'inizio della Pagina

stefanovet1958
Utente Super


Città: Capocavallo di Corciano
Prov.: Perugia

Regione: Umbria


7366 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 28 ottobre 2009 : 11:14:02 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Adesso la presenza del"grigio" è ufficializzata (era ora, meglio tardi....) e pare che qualcosa si muova Link
ciao
Stefano
Torna all'inizio della Pagina

AngelaI
Utente Super


Città: Sant'Elia Fiumerapido (FR) - 03049
Prov.: Frosinone

Regione: Lazio


13740 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 28 ottobre 2009 : 11:44:16 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di arrampicatoreasociale:

quindi uno scoiattolo nero osservato pochi giorni fà nel lazio e è un "italicus"?
non può essere un meridionalis?

"Occorre essere attenti per essere padroni di se stessi"


Può essere benissimo un "meridionalis", nel Lazio ci sono diversi luoghi dove dimora lo scoiattolo nero meridionale. Certamente è presente nella provincia di Frosinone.


Angela

Modificato da - AngelaI in data 28 ottobre 2009 11:46:39
Torna all'inizio della Pagina

stefanovet1958
Utente Super


Città: Capocavallo di Corciano
Prov.: Perugia

Regione: Umbria


7366 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 28 ottobre 2009 : 12:52:37 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
messaggio originale di Angela
Può essere benissimo un "meridionalis", nel Lazio ci sono diversi luoghi dove dimora lo scoiattolo nero meridionale. Certamente è presente nella provincia di Frosinone.

La distribuzione delle sspp. di scoiattoli in Italia è un vero "guazzabuglio"! : in teoria ( ma per Fauna d'Italia - Calderini Mammalia 2 - in pratica) il meridionalis vivrebbe solo in Calabria e Basilicata, ed attualmente sta espandendo l'areale (favorito dai rimboschimenti di conifere) sulla catena costiera, per cui anche i bellissimi "folletti" che hai fotografato in Abuzzo ( a proposito, complimenti!) dovrebbero ( uso il condizionale) essere Sciurus vulgaris italicus nella forma scura.
ciao
Stefano
Torna all'inizio della Pagina

arrampicatoreasociale
Utente V.I.P.


Città: anagni
Prov.: Frosinone

Regione: Lazio


338 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 28 ottobre 2009 : 14:53:53 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
in effetti la questione è un pò incasinata
visto che anche le prime due sottospecie (fuscoater e italicus) possono avere una forma scura molto simile al meridionalis.
ma l'italicus quindi dovrebbe avere anche una forma chiara o comunque chiaramente rossastra? perchè io dalle mie parti (provincia di frosinone) ho sempre sentito parlare di scoiattoli scuri, tendenti al nero per capirci.

"Occorre essere attenti per essere padroni di se stessi"
Torna all'inizio della Pagina
Pag.di 4 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Pagina Successiva >>

 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Forum Natura Mediterraneo © 2003-2018 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,46 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Ecotrekking.it | Lynkos.net