testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Hai provato la nostra ricerca tassonomica da Browser? Clicca qui per info!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum di Fotografia e Disegno Naturalistico
 ELABORAZIONE POST SCATTO
 PS: Introduzione, composizione e salvataggio
 Nuova Discussione  Discussione Bloccata
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Stekal
Moderatore


Città: CANTU'
Prov.: Como

Regione: Lombardia


4435 Messaggi
Fotografia Naturalistica

Inserito il - 05 ottobre 2007 : 11:41:01 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Ritoccare un'immagine?
Anche se in molti ancora ritengono che la post-elaborazione di uno scatto sia un'operazione non necessaria e che introduce solo dei "falsi" nelle immagini, io ritengo che sia invece una parte fondamentale della ripresa digitale. Le fotocamere hanno infatti ancora diversi limiti dovuti all'elettronica e, soprattutto nella fotografia naturalistica, vengono sfruttate al limite della loro potenzialità (tempi sempre brevi->alte sensiblità/diaframma aperto->tanto rumore/poca definizione). Anche il "manico" del fotografo a volte fallisce, ed oltre ai difetti tecnici molte volte ci ritroviamo a scaricare fotografie che ci fanno dire: "ma guarda cos'ho combinato! peccato!! (penso ad esempio a fotografie sotto-sovraesposte, con l'orizzonte storto, composte male, etc).. Non mi sento in colpa quindi nel cercare di rimediare a qusti difetti, cercando di riportare la scena alla sua realtà orginale, o perchè no, anche interpretarla in maniera più artistica.

Due esempi ornitologici:

PS: Introduzione, composizione e salvataggio

PS: Introduzione, composizione e salvataggio







Stekal
Moderatore


Città: CANTU'
Prov.: Como

Regione: Lombardia


4435 Messaggi
Fotografia Naturalistica

Inserito il - 05 ottobre 2007 : 11:41:15 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Lo strumento
Adobe Photoshop è probabilmente il software commerciale professionale più utilizzato per il fotoritocco delle immagini. Non mi ritengo assolutamente un esperto del programma, tuttavia dopo centinaia e centinaia di scatti sono arrivato a selezionare una piccola serie di strumenti che ormai abitualmente "mi tocca" utilizzare. Quello che vorrei fare è cercare di presentarli in modo semplice, e raccontare come poterli utilizzare in modo da preparare le immagini anche per essere pubblicate sul web. Tutte le altre funzioni (innumerevoli) di filtri artistici, effetti speciali, etc.., non verranno trattate.

Probabilmente la versione maggiormente diffusa di Photoshop è la 9, che prende il nome di Photoshop CS2; da poco in realtà è stata commercializzata la versione 10, CS3, ma probabilmente non è ancora largamente diffusa tra gli utenti.
Gli esempi quindi sono realizzati con CS2, versione italiana, tuttavia sapendo che anche la versione in inglese è molto diffusa, ad ogni comando associerò anche il percorso per trovare il corrispondente nella versione originale.
Ovviamente in alternativa a PS esistono anche altri programmi (Paint Shop Pro, etc), anche gratuiti (ad esempio "The Gimp"); ritengo che l'importante sia capire cosa è possibile fare e con quali strumenti, dopodichè ognuno può scegliere la piattaforma che preferisce, tenendo conto che quasi tutti i programmi offrono ormai le stesse funzionalità.


Indice:
In questa prima parte vedremo:
  • come preparare l'ambiente di lavoro
  • navigazione e selezione;
  • il ridimensionamento, il ritaglio e la rotazione dell'immagine;
  • salvare l'immagine.

Torna all'inizio della Pagina

Stekal
Moderatore


Città: CANTU'
Prov.: Como

Regione: Lombardia


4435 Messaggi
Fotografia Naturalistica

Inserito il - 05 ottobre 2007 : 11:41:25 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
L'ambiente di lavoro
La prima volta che apriamo Photoshop è utile limitare numero di barre degli strrumenti visualizzato, in modo da lasciare più spazio per l'immagine. Personalmente ritengo importante avere sottomano: la barra strumenti, a sinistra, in modo da avere un facile e rapido accesso agli strumenti di base (selezione, pennello, colore, testo...), la barra delle opzioni, in alto sotto i menu a finestra, che contiene le impostazioni dello strumento di volta in volta selezionato, la finestra istogramma, che ci consente di tenere sotto controllo l'elaborazione, ed infine la finestra "livelli", comodissima quando si lavora con le maschere.
Per selezionare le barre occorre spuntare i relativi comandi sotto il menu finestra (nella versione inglese: Window -> Histogram, Layer, Option e Tools).

PS: Introduzione, composizione e salvataggio

Torna all'inizio della Pagina

Stekal
Moderatore


Città: CANTU'
Prov.: Como

Regione: Lombardia


4435 Messaggi
Fotografia Naturalistica

Inserito il - 05 ottobre 2007 : 11:41:33 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Navigazione e selezione
Prima di addentrarci nelle più o meno sofisticate tecniche di ritocco, preferisco fare una noiosissima carrellata su alcuni comandi base di Photoshop.
Tutti gli strumenti base sono riportati nella barra degli strumenti che abbiamo messo a sinistra. Quando selezioniamo un qualsiasi comando, nella barra delle opzioni vengono visualizzati alcuni comandi/paramtri correlati. Ad esempio, per lo zoom, oltre alle funzionalità base, trovo utili i comandi Pixel reali (Actual pixel) e Adatta allo schermo (Fit Screen), che permettono di riportare velocemente ai due livelli estremi dello zoom.

PS: Introduzione, composizione e salvataggio

Torna all'inizio della Pagina

Stekal
Moderatore


Città: CANTU'
Prov.: Como

Regione: Lombardia


4435 Messaggi
Fotografia Naturalistica

Inserito il - 05 ottobre 2007 : 11:41:41 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Anche per la selezione rettangolare di parte dell'immagine consiglio di utilizzare le opzioni dello strumento:

PS: Introduzione, composizione e salvataggio

Se si seleziona "Strumento selezione rettangolare" (Rectangular marquee tool), il primo comando in alto a sinistra, civengono offerti gli stili:
  • normale
  • (normal): classica selezione rettangolare;
  • proprorzioni fisse (fixed ratio): possiamo scegliere la proporzione tra il lato lungo e il lato corto; ogni finestra che selezioneremo avrà fisso questo rapporto (esempio per (1,1) per un quadrato, (3,2) per mantenere i 3:2, etc);
  • dimensione fissa (fixed size): possiamo scegliere direttamente la dimensione in pixel della finestra.


(n.b! alcune icone della barra degli strumenti presentano un triangolino nell'angolo in basso a destra; ciò significa che a quelle icone sono assegnati più comandi. Per poterli scorrere e selezionare bisogna cliccare e mantenere cliccato per un istante l'icona):

PS: Introduzione, composizione e salvataggio
L'immagine mostra un esempio di selezione con lo stile "proporzioni fisse": qualunque finestra si tracci, automaticamente viene mantenuto il rapporto tra lato lungo e lato corto

Modificato da - Stekal in data 05 ottobre 2007 11:45:39
Torna all'inizio della Pagina

Stekal
Moderatore


Città: CANTU'
Prov.: Como

Regione: Lombardia


4435 Messaggi
Fotografia Naturalistica

Inserito il - 05 ottobre 2007 : 11:41:55 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Altri strumenti di selezione
Ci sono altri strumenti per selezionare parte dell'immagine (personalmente non li ritengo utili per i nostri scopi), tuttavia meritano una descrizione veloce:

PS: Introduzione, composizione e salvataggio


Abbinati allo "strumento di selezione rettangolare" ci sono (decisamente intuitivi!):

  • strumento di selezione ellittica;
  • strumento di selezione singola riga;
  • strumento di selezione singola colonna.

l'icona subito sotto permette la selezione lazo (lasso tool): lo strumento lazo permette di selezionare in modo completamente manuale creando un contorno con il mouse, lo strumento lazo poligonale richiede la definizione dei vertici del contorno, infine lo strumento lazo magnetico viene utilizzato invece per "seguire" in modo semi-automatico i confini di un'oggetto (più facile da provare che da spiegare!)

Un'altra possibilità è data dallo strumento Bacchetta magica (magic wand tool): cliccando su in qualsiasi punto dell'immagine viene selezionata una superfice omogenea al punto cliccato (impostare i parametri di tolleranza nella barra delle opzioni!)

Infine sono a disposizione altri metodi di selezione sotto il menu.. selezione, come ad esempio inversa e intervallo colori.


Inoltre:
è possibile aggiungere una selezione ad una già esistente tenendo premuto il tasto SHIFT mentre si seleziona la nuova parte;
è possibile spostare la finestra di selezione semplicemente trascinandola con il mouse.


Modificato da - Stekal in data 05 ottobre 2007 11:47:14
Torna all'inizio della Pagina

Stekal
Moderatore


Città: CANTU'
Prov.: Como

Regione: Lombardia


4435 Messaggi
Fotografia Naturalistica

Inserito il - 05 ottobre 2007 : 11:42:24 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ritaglio, rotazione e ridimensionamento
Il primo passo che generalmente viene affrontato durante l'elaborazione di un'immagine è quello relativo alla gestione delle sue dimensioni;
il ritaglio serve per "ricomporre" l'immagine, vuoi per evidenziare un particolare, vuoi per migliorare la composizione:

Il piccolo amico della foto seguente è troppo lontano; semplicemente selezionando la parte che vogliamo evidenziare e utilizzando lo strumento ritaglio (crop):

PS: Introduzione, composizione e salvataggio


l'immagine cambia aspetto:

PS: Introduzione, composizione e salvataggio
Torna all'inizio della Pagina

Stekal
Moderatore


Città: CANTU'
Prov.: Como

Regione: Lombardia


4435 Messaggi
Fotografia Naturalistica

Inserito il - 05 ottobre 2007 : 11:42:37 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Altro problema che spesso si presenta è quello delle foto con l'orizzonte inclinato:

PS: Introduzione, composizione e salvataggio


basta pochissimo per raddrizzare!Ci sono almeno 2 modi per eseguire una rotazione dell'immagine. La più intuitiva è usare il comando Ruota quadro (image-->rotate canvas):

PS: Introduzione, composizione e salvataggio


Questo comando è quello che viene utilizzato anche quando occorre ruotare di 90° una fotografia scattata in verticale (anche se con i modelli recenti di fotocamera questa operazione viene effettuata in automatico), utilizzando propriamente 90° orario (90° CW) o 90° antiorario (90° CCW). Per ritocchi più fini (le pendenze generalmente non vanno mai oltre i 2°), scegliamo altro (arbitrary).
Ci viene chiesto l'angolo e il senso della rotazione; quale angolo scegliere? Ovviamente questo dipende caso per caso, e lo si trova procedendo in modo iterativo ipotizzando e aggiustando il valore fino a trovare l'angolo giusto. Un consiglio: se ad esempio con la prima prova avete ruotato troppo, non cercate di affinare il risultato sbagliato ottenuto appicando una nuova rotazione, ma rifate da capo annullando l'operazione e correggendo l'angolo. Bisogna ricordare infatti che ogni rotazione comporta una perdita di qualità dell'immagine. Per annullare utilizzare Modifica-annulla (edit-->undo) e, qualora non fosse sufficiente, Modifica-passo indietro (edit-->step backward).

Proviamo con 1°:

PS: Introduzione, composizione e salvataggio


l'imagine risulta raddrizzata, ma evidentemente la rotazione crea zone bianche ai bordi. Semplicemente con il comando ritaglia raffiniamo l'immagine escludendo queste zone:

PS: Introduzione, composizione e salvataggio


Risultato finale:

PS: Introduzione, composizione e salvataggio


Nel caso specifico probabilmente questa fotografia dovrà essere ulteriormente raffinata, ricordando che in presenza di riflesso si è soliti posizionare la superfice del lago a metà immagine, creando un asse di simmetria.. ma questi sono gusti!


Torna all'inizio della Pagina

Stekal
Moderatore


Città: CANTU'
Prov.: Como

Regione: Lombardia


4435 Messaggi
Fotografia Naturalistica

Inserito il - 05 ottobre 2007 : 11:42:47 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Al posto di inserire il valore dell'angolo a tentativi, esiste un metodo molto semplice per determinarlo accuratamente. Non ero a conoscenza di questo metodo, un grande grazie a Runner che lo ha suggerito!!

Prendiamo lo strumento Misura (Measure Tool):

PS: Introduzione, composizione e salvataggio
216,66 KB


e tracciamo con questo una linea seguendo la direzione che vogliamo rendere orizzontale:

PS: Introduzione, composizione e salvataggio
214,33 KB


dopodichè rientramo nella solita finestra Ruota quadro-->altro, dove troviamo in automatico il valore corretto!

PS: Introduzione, composizione e salvataggio
218,8 KB

Torna all'inizio della Pagina

Stekal
Moderatore


Città: CANTU'
Prov.: Como

Regione: Lombardia


4435 Messaggi
Fotografia Naturalistica

Inserito il - 05 ottobre 2007 : 11:43:35 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Passo obbligatorio prima di pubblicare un'immagine sul web è il ridimensionamento.. un'immagine scattata con una fotocamera da 8mp pesa infatti circa 4Mb, impensabile pubblicarla nelle dimensioni originali. Solitamente una dimensione di 700, 800 pixel sul lato lungo è più che sufficiente e comporta una dimensione molto ridotta (dai 100 ai 250 byte).
Per ridimensionare l'immagine utilizziamo Immagine-->Dimensione immagine (image-->image size):

PS: Introduzione, composizione e salvataggio


appare la maschera:

PS: Introduzione, composizione e salvataggio

assicuriamoci che sia attivata la casellina mantieni proporzioni (costraint proportion); in questo modo possiamosemplicemente modificare il valore di lughezza portandolo a 700; il valore di altezza si modificherà automaticamente per mantenere la proporzione.
L'operazione di ridimensionamento è in buona sostanza un'interpolazione; nel menu a tendina "ricampionatura" (resample image) è possibile scegliere uno tra vari algoritmi di interpolazione presenti su PS, tuttavia consiglio di utilizzare sempre "bicubica" (bicubic), la più raffinata. Il ricampionamento porta sempre a degradi di qualità dell'immagine, quando si parlerà di "contrasta" (sharpen) vedremo come rimediare.

In alternativa alla modifica del campo "dimensione pixel" (pixel dimensions) è possibile utilizzare "dimensione doumento" (document size), inserendo ad esempio le dimensioni desiderate in cm. Questo però è utile quando ad esempio vogliamo preparare un'immagine per inserirla in un documento .doc o una presentazione.
Torna all'inizio della Pagina

Stekal
Moderatore


Città: CANTU'
Prov.: Como

Regione: Lombardia


4435 Messaggi
Fotografia Naturalistica

Inserito il - 05 ottobre 2007 : 11:43:52 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Salvare l'immagine
I programmi di grafica mettono a disposizione molti formati con cui salvare le immagini (tiff, jpg, gif, etc); ovviamente uno non vale l'altro, ogni formato ha un campo di applicazione diverso.

Una prima distinzione riguarda la compressione: ci sono formati loseless (senza perdita), ad esempio .tiff, con il quale tutta l'infomazione e la qualità (e la dimensione del file!) viene mantenuta, e formati lossy, che invece hanno il pregio di diminuire sensibilmente la dimensione dell'immagine a discapito di una perdita di qualità più o meno contenuta. Ovviamente il formato tiff viene utilizzato quando si vogliono archiviare le foto a tutta risoluzione o per una stampa, mentre .jpg o .gif vengono utilizzate per la normale archiviazione e pubblicazione sul web (jpg per le immagini standard, gif per quelle che contengono testi o grafica).
Dato che siamo interessati al web vediamo come scegliere la compressione jpg ottimale. Una volta ridimensionata l'immagine a circa 700x500 pixel scegliamo File->Salva con nome (file-->save as):

PS: Introduzione, composizione e salvataggio

Scelto il nome del file (e il formato jpg!) compare una maschera con i parametri relativi alla compressione. Possiamo scegliere un livello di compressione/qualità tra 0 e 12 (bassa-alta qualità). Più sotto, alla voce "dimensione", compare la stima della dimensione che avrà il nostro file con il valore di qualità selezionato. Come detto è opportuno farlo rimanere tra i 100 e i 200/250 kb, quindi scegliamo il valore di qualità in modo da ottenere questa dimensione. Generalmente un valore di 9-10 è sufficiente, sconsiglio di scendere sotto 8 (provare per credere, mettiamo 1 e vediamo l'anteprima dell'immagine).
Se per ottenere una dimensione massima di 250/280 kb dovessimo arrivare ad impostare valori inferiori ad 8 consiglio di rimpicciolire ulteriormente l'immagine, ad esempio a 650px sul lato lungo.



Altra possibilità è usare lo strumento File-Salva per web (save for web), dove in una unica maschera vengono presentate le opzioni per il ridimensionamento e la qualità.




Alla prossima



Stefano
Torna all'inizio della Pagina

Istrice
Amministratore


Città: Ostia
Prov.: Roma

Regione: Lazio


10849 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 05 ottobre 2007 : 14:46:24 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Per commenti e domande cliccate qui
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Discussione Bloccata
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Forum Natura Mediterraneo © 2003-2018 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,64 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Ecotrekking.it | Lynkos.net