testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Come inserire i video di Youtube nel Forum Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
 MOLLUSCHI TERRESTRI E DULCIACQUICOLI
 Unio mancus, un ritorno.
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

u / c
Utente Cancellato

Città: .


0 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 16 agosto 2007 : 12:11:38 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Classe: Bivalvia Famiglia: Unionidae Genere: Unio Specie:Unio mancus

Modificato da - Subpoto in Data 06 aprile 2009 14:43:34

u / c
Utente Cancellato

Città: .


0 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 16 agosto 2007 : 12:14:31 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ecco un tratto del canale, fu scavato utilizzando dei prigionieri austriaci tra il 1915-18, per regolarizzare il corso del fiume Imele e per bonificare la piana paludosa.



Immagine:
Unio mancus, un ritorno.
133,72 KB
Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


9022 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 17 agosto 2007 : 22:47:57 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Il periodo trascorso per ricolonizzare l'Imele è stato molto lungo,probabilmente con il dragaggio erano stati rimossi tutti i sedimenti fangosi in cui potevano insediarsi le Unio.
Sicuramente i pesci parassitati dalle larve saranno risaliti in tempi più brevi anche dal fiume Salto, ma non trovando un substrato adatto le larve non si sono potute sviluppare.
In ogni modo la notizia di una specie autoctona che riconquista il suo territorio non può che rallegrarci, la forza di rigenerarsi della natura è fortissima altrimenti l'avremmo gia distrutta da molto tempo.



La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro
Torna all'inizio della Pagina

u / c
Utente Cancellato

Città: .


0 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 18 agosto 2007 : 21:50:11 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Il canale ora è pieno anche di cavedani, spinarelli, rovelle, gallinelle d'acqua e rane in abbondanza.
Spero in un ritorno dei gamberi, prima erano tantissimi, poi sparirono un po' per il dragaggio ma anche per il fungo Aphanomyces astaciche che li sterminò.

Modificato da - u / c in data 18 agosto 2007 21:51:09
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,25 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net