testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Leggi il nostro regolamento!! Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
   UCCELLI
 Brevi Note
 Varie colonie di pappagalli Parrocchetto presenti a Roma
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
<< Pagina Precedente
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pag.di 2

Flavio De Santis
Utente V.I.P.

Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


168 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 25 gennaio 2011 : 22:19:40 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Claudio,
leggo ora questo tuo intervento, che mi da spunto per una ulteriore osservazione su questi pappagalli che prima m'è sfuggita.
Pochi giorni fa, forse uno dei primi giorni della settimana passata, quì a Roma c'è stata di notte una temperatura di -7° centigradi, che è riuscita a gelare quelle piante d'origine esotica non preventivamente protette, p.es. molti Ficus e piante grasse. Certo non è stata una temperatura eccessivamente proibitiva per i nostri Pappagalli alloctoni forse perchè protetti nei loro nidi, ma indubbiamente li deve aver provati un pò! Tempo fa, non ricordo se nel mio primo intervento di questo post, mi chiedevo come avrebbero reagito alle basse temperature questi animali, pare bene, visto che non ne ho visti in giro di morti nemmeno uno.
Saluti-Flavio
p.s. Per i Pappagalli presenti a Roma, non direi che si possa parlare di aufughi, perchè la maggioranza di loro sono nati quì, ma indubbiamente tutti loro hanno avuto origine da esemplari fuggiti da qualche allevamento o come si può anche pensare liberati volontariamente!

Modificato da - Flavio De Santis in data 25 gennaio 2011 22:32:34
Torna all'inizio della Pagina

fiammuz
Utente nuovo

Città: bologna


1 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 08 marzo 2011 : 14:49:38 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
salve a tutti! stamattina ho avvistato tre parrocchetti monaco( o dal collare ma non credo) in un parco a Bologna, zona fossolo 2, via enriquez...qualcuno sa di una colonia esitente in zona??? mi sono anche ricordata di averli già sentiti in "chiacchierare" sempre in questa zona...
grazie!
fiammetta
Torna all'inizio della Pagina

claudio93
Utente Senior


Città: Bologna
Prov.: Bologna

Regione: Emilia Romagna


4304 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 08 marzo 2011 : 20:24:05 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
benvenuta Fiammetta!!

credo che da noi ci siano solo i parrocchetti dal collare (degli altri non ne ho sentito parlare a Bologna)...qui nella zona verso Casalecchio non ne ho mai visti, invece Edmondo, come qui, ne vede nella zona del Pilastro...

potrebbe essere interessante segnalare queste specie e la loro diffusione nella città italiane...


claudio
Torna all'inizio della Pagina

elleelle
Moderatore Trasversale

Città: roma

Regione: Lazio


30568 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 09 marzo 2011 : 21:37:11 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Qui a Roma stanno benissimo e non sembra abbiano sofferto il freddo. Questa foto è del 6-3-2011.

luigi

Immagine:
Varie colonie di pappagalli Parrocchetto presenti a Roma
191,11 KB
Torna all'inizio della Pagina

Muricopsis
Utente Senior

Città: Roma


1361 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 08 giugno 2012 : 21:22:47 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao a tutti,
oggi pomeriggio sul tardi, mentre stavo facendo una passeggiata in bicicletta nel parco degli acquedotti , qui a Roma, nell'avvicinarmi all'alveo in secca di un torrente, per osservare un tratto della antica via latina qui scoperto da poco, capita invece di trovarsi quasi faccia a faccia con un piccolo stormo di pappagalli della stessa specie trattata in questo post.
Erano intenti a raccogliere i semi di cardo che evidentemente in questo periodo hanno raggiunto la loro maturità e si tolgono agevolmente dall'infiorescenza che li contiene.
In tutto ne ho contati una 20°, tutti della stessa specie, alcuni di questi disturbati dalla mia presenza si involavano verso un vicino albero di tiglio, ma portandosi appresso una infiorescenza completa che nel frattempo avevano rapidamente troncato dal gambo che la sorreggeva.
Direi che sono dei volatili anche discretamente intelligenti, non so se il su detto comportamento è un fatto istintivo o un fatto dovuto ad apprendimento tra individui dello stesso gruppo.
Avevo appresso il telefonino ed ho tentato di fare alcune foto a questi uccelli, ma verso le ore prossime al tramonto, perciò strumento scarso, luce scarsa, beh non è che siano venute delle foto eccezionali, comunque ve ne mostro una dove se state attenti noterete al suo centro 3 di quei volatili intenti nell'operazione di raccolta dei semi del cardo.
Saluti-Flavio
Immagine:
Varie colonie di pappagalli Parrocchetto presenti a Roma
296,14 KB


Modificato da - Muricopsis in data 08 giugno 2012 21:26:03
Torna all'inizio della Pagina

marina
Utente Senior


Città: roma


897 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 18 marzo 2013 : 23:27:23 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao!
Vengo dal mare, ma faccio qualche incursione a terra .
Se questi che ho fotografato all'inizio di marzo al parco degli Acquedotti, attiguo alla Caffarella, sono parrocchetti monaco, confermo che sopportano il freddo e sono sopravvissuti alla nevicata dell'anno scorso

Immagine:
Varie colonie di pappagalli Parrocchetto presenti a Roma
158,96 KB


Immagine:
Varie colonie di pappagalli Parrocchetto presenti a Roma
196,64 KB
Torna all'inizio della Pagina

marina
Utente Senior


Città: roma


897 Messaggi
Biologia Marina

Inserito il - 18 marzo 2013 : 23:28:38 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia

Immagine:
Varie colonie di pappagalli Parrocchetto presenti a Roma
54,7 KB


Maria Grazia
Torna all'inizio della Pagina

MirkoG
Utente V.I.P.


Città: Seveso
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


264 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 19 marzo 2013 : 09:02:05 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Si sono proprio loro , sopportano benissimo il freddo, nella mia zona l'unico danno che hanno subito è il crollo del nido sotto il peso della neve , per il resto sono riusciti benissimo a passare l'inverno così come lo hanno passato amazzoni e parrocchetti dal collare .

Torna all'inizio della Pagina

jimmyjjohn
Utente nuovo

Città: Arizona
Prov.: Rovigo


6 Messaggi
Micologia

Inserito il - 13 maggio 2014 : 05:46:51 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
gia, relativo alle brevi note....Ma così m'è stato consigliato ed ho raccolto il suggerimento.

A riguardo dei parrocchetti visti da noi, se ricordo bene una buona parte inferiore delle ali è di colore azzurro forte tendente al viola.
Saluti-Flavio

Modificato da - D21 in data 14 maggio 2014 01:08:38
Torna all'inizio della Pagina

Muricopsis
Utente Senior

Città: Roma


1361 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 05 giugno 2014 : 18:49:36 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao a tutti,
e si Flavio la parte inferiore delle ali di questi Parrocchetti, perlomeno la parte interessata dalle penne remiganti, è caratterizzata da un vivace colore blu, che ho avuto modo anch'io in varie occasioni di vedere.
Vorrei condividere con voi qualche altra osservazione sui pappagalli di questo post. Pare che si stiano ambientando al meglio nel territorio di Roma, ormai li vedo e li sento un po dappertutto, in special modo nel territorio di Roma-sud. Ho visto tempo fa un loro nido sotto le foglie di una Palma (quelle morte che si adagiano presso il fusto della pianta), della specie Chamaerops humilis, varietà "Dactylocarpa" . Una Palma alta non meno di 7-8 m. Entravano e uscivano da sotto le dette foglie, trasportando dei piccoli rami di un albero di una specie caducifoglia forse di Acero, che in vari esemplari si trova al centro di via Tito Labieno, nel punto ove incontra via Lemonia. I pappagalli, avevano il nido distante circa 70 m in linea d'aria da tali alberi, ove si recavano troncando in pochissimo tempo con il becco le estremità dei loro rami verdi, trasportandoli verso il nido. Non so se in tale nido abbiano poi avuto il tempo di prolificare, perché qualche mese dopo la pianta di palma che l'ospitava è morta, ora è sempre eretta, ma pare che i Pappagalli l'abbiano abbandonata. Altro nido l'ho visto tra le foglie e i racemi floreali morti e pendenti di un'altra specie di Palma, la Phoenix dactylifera L., questo nido è durato un paio d'anni, poi la pianta ha subito una radicale potatura con cui è stato asportato anche il nido. Lungo un viale alberato formato da Pini della specie mediterranea, che hanno la veneranda età di 110 anni, ho notato un ammasso di rami, che tradisce la presenza di un nido della stessa specie di Pappagalli, che gli svolazzano intorno, ma dato l'altezza dell'albero sono difficilmente osservabili. Questi Pappagalli purtroppo per loro, hanno abitudini canterine molto esaltate, fatto che disturba chi abita vicino ai loro nidi, che per reazione a tale disturbo tende ad eliminarli in un modo o nell'altro. Sarei curioso di sapere se la specie pur essendo alloctona nel territorio Italiano, è protetta dal CITES, se fosse così, chi la disturba asportando i suoi nidi, dovrebbe poi assumersi le conseguenti responsabilità?
Tutto ciò mi fa pensare che la specie si stia adattando molto bene all'ambiente che ha trovato nella città di Roma e che forse tra non molto i voli di gruppo serali e mattutini che la caratterizzano, potranno essere formati non più da centinaia, ma da migliaia di esemplari.
Saluti, flavio


Modificato da - Muricopsis in data 05 giugno 2014 18:54:50
Torna all'inizio della Pagina

Muricopsis
Utente Senior

Città: Roma


1361 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 15 marzo 2015 : 18:51:32 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao,
nei giorni passati ho avuto occasione di vedere in due diverse località du Roma, Piramide e Parco degli acquedotti, diversi Pappagalli Parrocchetto monaco. Quelli visti a Piramide, si trovavo sull'apice di una alta e rigogliosa pianta a cespuglio di Buganvillea e rosicchiavano i suoi rametti, forse per cibarsi della loro corteccia o per portarla ai loro nidi. Per quanto tale pianta è stata frequentata dai Pappagalli, la sua parte superiore si presenta priva di foglie ed i suoi rami si protendono spogli e rosicchiati verso l'alto. Gli altri Pappagalli li ho visti posati sui rami di un albero d'Acero, non vicini a me come i precedenti, ma a circa 20 m, pareva che si lisciassero le piume, dividendo i rami dell'albero con diversi Storni. Sul prato circostante l'albero, ve ne erano tanti altri dediti a nutrirsi di qualcosa. Mi scuso per le foto che non sono un gran che, fatte occasionalemente con un telefonino.
Saluti, flavio
Immagine:
Varie colonie di pappagalli Parrocchetto presenti a Roma
295,83 KB
Immagine:
Varie colonie di pappagalli Parrocchetto presenti a Roma
295,35 KB


Modificato da - Muricopsis in data 15 marzo 2015 18:53:26
Torna all'inizio della Pagina

arrampicatoreasociale
Utente V.I.P.


Città: anagni
Prov.: Frosinone

Regione: Lazio


338 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 19 dicembre 2015 : 11:42:31 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
ho avuto modo di vederne due a mezzo metro che si nutrivano degli strobili di una thuja

monti lepini forum Link
valle del sacco Link
Torna all'inizio della Pagina

Muricopsis
Utente Senior

Città: Roma


1361 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 23 giugno 2016 : 18:35:20 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao,
poco anzi, ho udito provenire dal giardino il caratteristico canto dei Pappagalli descritti in questo topic, quindi ho preso una macchinetta compatta ed ho cercato di fotografarli al meglio. Purtroppo si trovavano a circa 6-7 m di altezza, sopra un albero di fico, intenti a nutrirsi dei suoi frutti, il tutto in completa ombra senza un raggio di sole!! Ho fatto diverse foto dal basso, senza che gli stessi uccelli si scomponessero più di tanto, ormai sono abituati alla presenza dell'uomo, poi le ho un po' migliorate con un foto ritocco, perdonatemi sempre per la loro bassa qualità, se non altro saranno una testimonianza circa un ulteriore alimento di cui li ho visti nutrirsi!! I pappagalli presenti sull'albero erano solo 2, ed ambedue senza la coda , che evidentemente stanno rinnovando in questi giorni.
Saluti, flavio
Immagine:
Varie colonie di pappagalli Parrocchetto presenti a Roma
244,51 KB


Modificato da - Muricopsis in data 23 giugno 2016 18:37:54
Torna all'inizio della Pagina

Muricopsis
Utente Senior

Città: Roma


1361 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 25 novembre 2017 : 18:51:34 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao a tutti,
provo ad inserire questa foto, poi se si vede, inserirò un breve scritto.
Saluti,
Flavio
p.s.
All'origine questa foto era di 2 MB, ed anche se il soggetto era distante circa 7 m, si vedeva benissimo. Non so se la foto lavorata per ridurre il peso, si veda altrettanto bene? E' un Parrocchetto dal collare , visto ieri verso le ore 11.00 sopra un albero d'Albanella (varietà di Pioppo), presso il parco degli acquedotti (loc. Roma Vecchia). Con il becco rosicchiava la corteccia di un ramo, non so se per prelevare qualche frammento della stessa, od altro? Questa specie di volatile, ormai ha invaso la città di Roma, si vede e si sente dappertutto!
Immagine:
Varie colonie di pappagalli Parrocchetto presenti a Roma
296,76 KB


Modificato da - Muricopsis in data 25 novembre 2017 18:54:23
Torna all'inizio della Pagina

michele barbieri
Utente V.I.P.

Città: rabbi
Prov.: Trento

Regione: Trentino - Alto Adige


217 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 26 novembre 2017 : 05:16:48 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
ciao:

La foto e' bella e si capisce bene, secondo me pero' e' un parrocchetto monaco.sono stato a giugno al parco degli acquedotti e anni fa alla caffarella, negli ultimi anni questi parrocchetti sono aumentati di numero parecchio....comunque sopportano il freddo abbastanza bene, basti pensare che ce n'e' una piccolissima colonia anche a bolzano e a Trento Nord, si tratta di pochi esemplari ma e' da parecchi anni che e' radicata sul territorio.
ciao mik

Torna all'inizio della Pagina
Pag.di 2 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

<< Pagina Precedente

 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Forum Natura Mediterraneo © 2003-2018 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 1,36 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Ecotrekking.it | Lynkos.net